Non la cambierei mai con nessun’altra bimba sana al mondo! Perché lei è perfetta con tutte le sue “imperfezioni ” – La storia di Gaia.

La mia vittoria più grade! Gaia è arrivata inaspettamente. Ero già mamma di una bimba di 13 mesi ma quel dono lo accolsi con tanta gioia e tanta tantissima paura, sì paura! Perché io ho sempre avuto la sensazione che qualcosa non andava.

L’ istinto di mamma che nonostante le rassicurazioni del ginecologo non si dava pace! Fu però una gravidanza tutto sommato serena, mai una minaccia, mai dei segnali strani. Arrivai così alla 37esima settimana e mi fu fatto un cesario programmato! Quando Gaia nacque intorno a me non sentivo voci! Solo il suo pianto, ma i volti dei medici erano impietriti..

Ho capito che bisogna credere intensamente che fino a che c’è vita c’è sempre speranza – La storia di Diego Biagio.

Dopo anni alla ricerca di un pupo finalmente in Ottobre 2011 rimango incinta di Diego. Inutile spiegare la nostra felicità, primo nipote da entrambe le parti! Io all’epoca avevo 23 anni e mi sentivo pronta per conquistare il mondo! I mesi scorrevano e anche se i dottori dicevano che andava tutto bene io sentivo che qualcosa non andava.

Io e lei abbiamo scalato difficoltà alte come montagne ma da qui, così in alto, il panorama è davvero bellissimo – La storia di Leila

Davanti al Bambin Gesù ci ero passate tante di quelle volte da ragazza. Avevo sempre guardato quella struttura così imponente con il fare distratto e con la leggerezza di chi, godendo di ottima salute, pensa che certe cose capitino solo agli altri. Niente allora mi avrebbe mai potuto far sospettare che un giorno quelle mura sarebbero diventate così familiari e avrebbero fatto da scenografia ad una pagina (anzi facciamo pure un paio di capitoli) così importanti della mia vita.

Adesso ha un anno e ha una forza incredibile. Storia di Alessandro

Erano le ore 10 del 16 gennaio quando una dottoressa dai capelli biondi e lunghi si avvicinò per visitarlo.
Ricordo che con molta dolcezza lo spogliò, lo pesò e sentì il battito del suo cuore. “Signora, il bambino ha perso qualche grammo ma è fisiologico nei primi giorni di vita! Inoltre volevo dirle che ha un piccolo soffio al cuore ma nulla di preoccupante”.
Queste furono le sue parole! Iniziai a preoccuparmi ma parlai con il mio ginecologo che mi tranquillizzò. Alle 18 arrivò un’altra dottoressa che portò Alessandro in pediatria. Dopo una mezz’oretta mi chiamarono e mi spiegarono che il soffio era più preoccupante di quello che pensavano e che avrebbero dovuto sottoporlo ad esami specifici.

Quell’Angelo mandato a salvarmi la Vita – La storia di Gabriele

La storia che vi racconterò è una storia leggera che coinvolge una mamma single ed uno splendido bambino arrivato per miracolo. Fortunatamente è un caso tra i più semplici, la chiusura di un DIA . Il Titolo di questa storia sarà: “Quell’angelo mandato a salvarmi la vita”.
Alla tenera età di 41 anni, resto miracolosamente (causa ovaio policistico e fecondazione assistita qualora avessi voluto avere un figlio) incinta del mio compagno dell’epoca, con il quale avevo già avuto una storia turbolenta durata 5 anni…